Articoli 14 Apr 2019

Ecobonus e Bonus Casa 2019: i portali di Enea

Enea ha aperto due portali per chi vuole usufruire di Ecobonus e Bonus casa. Vediamo insieme gli incentivi, i termini e le modalità

Gli incentivi

ECOBONUS 2019

Ormai lo conosciamo: l’Ecobonus è il bonus di riqualificazione energetica che permette al contribuente di godere di detrazioni al 65% se si adopera per migliorare l’efficienza energetica della casa o del condominio, anche nell’edilizia popolare. L’Ecobonus vale anche in relazione all’efficienza energetica di imprese e capannoni. Il tetto massimo di spesa è di 100mila euro,e la detrazione del 65% va ripartita in quote identiche da suddividere in 10 anni. Sono previste rimodulazioni in base ai risultati di risparmio energetico raggiunti.

Rientra nell’Ecobonus l’Ecobonus domotica: 65% di detrazione in caso di acquisto, installazione e messa in opera di dispositivi di domotica per controllare e regolare il riscaldamento, l’acqua sanitaria e la climatizzazione della casa.

BONUS CASA 2019

Per le ristrutturazioni semplici di case e condomini si può avere una detrazione Irpef del 50%. Novità di quest’anno: per i condomini sarà rimborsata dallo Stato la detrazione del 65% della spesa, in rate identiche (sempre in 10 anni).

In entrambi i casi, la fine lavori deve avvenire entro il 31 dicembre 2019.

I portali ENEA 2019

Come da prassi ormai consolidata, ENEA ha lanciato i siti per gli incentivi relativi all’anno in corso, optando per due portali distinti, ma che presentano un’identica procedura di registrazione. Nel caso si volesse usufruire di entrambi gli incentivi, dunque, è bene fare attenzione a non confondersi tra i due portali e a verificare di inserire nel sito corretto la documentazione degli interventi che possono godere di Ecobonus o Bonus Casa.

Vai al portale Ecobonus
Vai al portale Bonus Casa

Per entrambi gli incentivi, se ci si è già registrati in passato (dal 2010 in poi) la registrazione risulterà valida anche per l’anno 2019.

Quesiti pratici e procedurali

Entrambi i portali mettono a disposizione delle domande frequenti, così l’utente può confrontare eventuali problemi relativi alla sua pratica con soluzioni generiche proposte da ENEA su temi come modifiche, aggiunte, gestione delle password.

È ben possibile, però, che il contribuente abbia domande di carattere tecnico (basti pensare alla documentazione da raccogliere o all’ammissibilità stessa dell’intervento). In questi casi, ENEA suggerisce di consultare una sezione apposita del proprio sito. Se l’utente non riesce a dedurre una soluzione al suo quesito, può inviare un messaggio alla pagina dei contatti o telefonare allo sportello dedicato.

I termini

Il termine per la trasmissione dei dati è di 90 giorni dalla data di fine lavori, che, lo ripetiamo, deve avvenire entro il 31 dicembre 2019. Per gli interventi conclusi tra il 1° gennaio 2019 e l’11 marzo 2019, il termine di 90 giorni decorre dall’11 marzo 2019, data della messa online dei portali.

Affidati a FreeSolar

Se non sei sicuro dei dati da allegare e conservare, hai difficoltà nella procedura o preferisci direttamente affidarti a un esperto, affidati a noi. FreeSolar, l’azienda per l’energia di sempre più aziende e famiglie del Friuli Venezia Giulia, affianca i suoi Clienti con consulenze di risparmio personalizzate, anche per i disbrighi burocratici.